Tu sei qui

CITTADINANZA E COSTITUZIONE -

Tags: 

LA VISITA

Lunedì 1 febbraio 2016, nell'ambito del progetto "Cittadinanza e Costituzione", in Contrada Casa Bianca, Belpasso, le classi IV e V G hanno partecipato alla visita presso la Cooperativa Beppe Montana e all’incontro curato dall’Ambito Territoriale e dall’ANM (Associazione Nazionale Magistrati).

Dal 1 gennaio 2011 la Cooperativa gestisce circa novanta ettari di terreno agricolo confiscati alla mafia nei territori di Lentini, Belpasso, Ramacca, Motta S. Anastasia.

 

 

Ne fanno parte lavoratori selezionati dalle Prefetture di Catania e Siracusa e formati dall’Associazione Libera di Don Luigi Ciotti che, come è risaputo, da anni si occupa della “riappropriazione” da parte dei cittadini delle terre oggetto di confisca.

Oggi la Cooperativa PRODUCE arance, seminativi, etc, si appoggia a una rete di artigiani locali per la trasformazione del prodotto, lo commercializza all’interno di una rete di distribuzione sensibile e secondo criteri di trasparenza ed equità. In breve DIFFONDE legalità e CONTRIBUISCE allo sviluppo di un trasparente circuito socio-economico nel territorio della Sicilia orientale a tutt’oggi infestato dalla mafia e da oscure connivenze.

Avvalendosi della forza cooperativa che deriva dal vincolo associativo l’operato della Cooperativa va quindi nella direzione uguale e contraria a quella mafiosa: associazione d’impresa contro associazione mafiosa, cooperazione contro intimidazione, cultura di impresa contro subcultura della forza e della sopraffazione.

L’esistenza e la “salute” della cooperativa attestano che è possibile uscire dal circolo interesse personale, intimidazione, sopruso, eliminazione anche fisica degli oppositori, omertà. Anche in questa terra martoriata.

Certo è difficile, ma da qualche parte si dovrebbe pur cominciare, a fronte del fatto che l’emorragia di giovani in partenza dalla Sicilia sembra inarrestabile e di dimensioni preoccupanti.

I FATTI E LA STORIA

La Cooperativa è intitolata a Beppe Montana, Commissario di Polizia a Palermo ucciso dalla mafia il 28 luglio del 1985, ad appena tre anni dopo l’approvazione dell’articolo 416bis del Codice Penale (riconoscimento del reato di “associazione di tipo mafiosa”) avvenuta nel settembre del 1982, voluta e proposta sin dal 1976 dal deputato Pio La Torre ucciso dalla mafia tre mesi prima, nell’aprile del 1982. Dieci giorni dopo l’omicidio di B.Montana, due suoi collaboratori, N,Cassarà e R. Antiochia, vennero “giustiziati” dalla mafia… La lista delle vittime è lunga in entrambe le direzioni del tempo, come è risaputo, ed è difficile resistere alla tentazione di sentirci anche noi, siciliani non mafiosi, vittime, quanto meno del caso che ci ha fatto nascere qui piuttosto che in luoghi più tranquilli, ma certo non siamo vittime quando ci sentiamo del tutto estranei e impotenti nella convinzione che “tanto io non posso farci niente”.

IL CODICE PENALE

Il comma3 dell’articolo 416bis statuisce: “L’associazione è di tipo mafioso quando coloro che ne fanno parte si avvalgono della forza di intimidazione del vincolo associativo e della condizione di assoggettamento e omertà che ne deriva per commettere delitti, per acquisire in modo diretto o indiretto la gestione o comunque il controllo di attività economiche, di concessioni, di autorizzazioni, appalti e servizi pubblici o per realizzare profitti o vantaggi ingiusti per sé o per altri ovvero al fine di impedire od ostacolare il libero esercizio del voto o di procurare voti a sé o ad altri in occasione di consultazioni elettorali.”

Nel comma7 si rende obbligatoria la confisca dei beni coinvolti o acquisiti nell’esercizio di azioni illegali, il comma8 estende l’applicazione dell’articolo alla camorra, alla ‘ndrangheta e a tutte quelle associazioni che si avvalgono della “forza intimidatrice del vincolo associativo”.

Sito del Liceo Scientifico "E. Fermi" di Paternò - sede e amministrazione Corso Del Popolo, N.1 - 95047 Paternò Tel.: +39 095 6136700  – Fax: +39 095 846400 - E-mail: ctps03000p@istruzione.it - PEC ctps03000p@pec.istruzione.it  cod. mec. CTPS03000P - C.F. 80011360874 - Codice Univoco Ufficio: UF2OT7

Sito realizzato da Michelangelo Nicotra su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia. Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.