Tu sei qui

Caffè Letterario

APPUNTAMENTO al caffè letterario.

Nell’ambito del progetto biblioteca "Fermi!!! Si legge", che dall’inizio dell’anno ha coinvolto tantissimi alunni di diverse classi provenienti da entrambi gli indirizzi del nostro istituto, un momento fondamentale di aggregazione e crescita culturale e comunicativa è stata l’organizzazione del caffè letterario a tema di un romanzo letto da più classi contemporaneamente.

Si è scelto di tenere i momenti di incontro e condivisione delle esperienze di letture secondo la fortunata e storica formula del caffè letterario, non solo per far conoscere ai nostri studenti le antiche e preziose modalità di scambio tra intellettuali, ma anche per stimolare in loro la graduale maturazione di un pensiero critico ed ermeneutico. Infatti coniugando il serio con il faceto, la formazione con il divertimento, l’analisi con il giudizio libero e incondizionato, la lettura ad alta voce con il dolcino consumato in allegria insieme ai compagni, abbiamo raggiunto un importante obiettivo educativo trasversale: motivare i ragazzi alla lettura e alla comunicazione delle proprie emozioni, dei sentimenti provati, delle interpretazioni personali. Ben quattro romanzi hanno fatto da scenario a tali momenti di lavoro e convivialità. Giorno 28 gennaio quattro prime classi (1Bsa-1Csa-1Dsa-1D) si sono confrontate su due testi, L’amico ritrovato di Uhlmann e Arrivederci ragazzi di Malle, speculari fra loro per la contestualizzazione nel periodo della persecuzione ebraica: l’incontro si è infatti tenuto a ridosso della Giornata della Memoria, per valorizzare il sentimento dell’amicizia in tale capitolo tragico e doloroso della storia dell’umanità. Dopo un attento lavoro di analisi, studio e contestualizzazione svolto ciascuno nella propria classe e dopo aver visionato il film Arrivederci ragazzi, sono stati presentati prodotti multimediali e cartacei, letture ad alta voce di passi scelti e analisi approfondite dei personaggi, coordinati dai vari docenti di Lettere. Giorno 5 febbraio è stata la volta di Ciò che inferno non è, apprezzato romanzo di Alessandro D’Avenia sulla figura di Don Pino Puglisi, proposto dai docenti e letteralmente “divorato” dai ragazzi di 2B, 2Bsa e 3A nel 40esimo anniversario del suo omicidio. La gradevolissima e accattivante lettura del testo, l’immedesimazione nel personaggio del protagonista Federico, la pluralità di voci attive nella storia e la poeticità di alcune parti riflessive hanno suscitato nei nostri alunni un grande interesse verso la figura del sacerdote e della sua “opera missionaria” svolta nella vita quotidiana di Brancaccio, al punto che sono state effettuate tante ricerche proprio su 3P. Inoltre i ragazzi di 2B hanno avuto anche modo di incontrare Marco Pappalardo, autore del libro 3P, supereroe rompiscatole, che ha ulteriormente alimentato la riflessione e la motivazione verso Don Puglisi. Ma non è finita qui! Quando “la lettura del romanzo incontra l’autore” allora la formula dell’interesse diventa magica e attira a sé ancora più adepti. Infatti proprio in quest’anno scolastico il nostro istituto si è pregiato di ospitare personalità rilevanti del mondo della divulgazione culturale. Salvatore La Porta il 25 ottobre 2018 ha discusso con i ragazzi di 2B, 2Bsa e 3Asa sul suo ultimo lavoro editoriale Lessi is more, sviscerando simpaticamente e molto liberamente l’arte di non avere niente. Il 9 novembre 2018 invece abbiamo con grande commozione aperto le porte della scuola a Giovanni Impastato che, presentando Oltre i cento passi, ci ha introdotto nella vita emozionale della famiglia di Peppino, esortandoci a diffondere cultura e legalità, dialoghi e confronti perché un’arma potente contro la mafia è proprio un libro! Ci accingiamo a preparare quindi per il 30 aprile prossimo l’incontro con Maribella Piana, autrice del romanzo Emma che, su suggerimento del nostro professore Alessandro Napoli, curatore del testo, si sta leggendo in tutte le classi prime. Nella convinzione che la lettura e il confronto siano ingredienti fondamentali nella crescita dei nostri alunni, sempre entusiasti delle nuove proposte editoriali presentate nella nostra scuola, i docenti ci impegniamo quotidianamente a modellare i programmi ministeriali sulle esigenze degli studenti che incontriamo, per favorire in loro la scoperta del mondo che li circonda attraverso un’interpretazione consapevole e soggettiva.

Sito del Liceo Scientifico "E. Fermi" di Paternò - sede e amministrazione Corso Del Popolo, N.1 - 95047 Paternò Tel.: +39 095 6136700  – Fax: +39 095 846400 - E-mail: ctps03000p@istruzione.it - PEC ctps03000p@pec.istruzione.it  cod. mec. CTPS03000P - C.F. 80011360874 - Codice Univoco Ufficio: UF2OT7

Sito realizzato da Michelangelo Nicotra su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia. Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.